Google+

Fritto in immersione a casa tua: tutti i segreti

1 ottobre 2015 / Varie /

patatine-fritte

Per molti di noi è abitudine consolidata acquistare i prodotti, che tipicamente richiedono di essere fritti, già pronti in sacchetti surgelati, o, addirittura precotti. In realtà, con gli strumenti giusti, la frittura in immersione è una modalità di cottura veramente semplice, che potete realizzare tranquillamente a casa con prodotti freschi, appena preparati: patate tagliate a fiammifero, crocchette impanate, pollo, mozzarelline, olive ascolane, anelli di totano ecc…

Le regole per cucinare in maniera impeccabile utilizzando la frittura ad immersione sono poche, ma importanti. Anzitutto, procuratevi un cestino porta fritto, all’interno del quale posizionerete ciò che volete cuocere.
Per quanto riguarda la quantità d’olio, vi consigliamo di coprire la pietanza completamente e, per ottenere una perfetta doratura, assicuratevi che l’olio rimanga ad una temperatura compresa tra tra i 150° e i 190°.
Per ottenere un fritto bello croccante, inoltre, è fondamentale che il cibo, prima dell’immersione, risulti asciutto e non umidiccio.
Per assicurarvi una cottura uniforme, vi consigliamo, infine, di inserire pochi pezzi alla volta, in modo che ognuno abbia il proprio spazio, per dorarsi su tutti i lati, e di tenere sempre il cibo in movimento per evitare possa attaccarsi ai bordi della pentola.

A questo punto, non vi resta che scolare le vostre pietanze, grazie al comodo cestino, spostarle su un foglio di carta assorbente, per togliere l’olio in eccesso, condire a caldo e gustare! Buon appetito!

0